favicon

CONSIGLI PER I PAZIENTI ARTERIOPATICI

La malattia della circolazione arteriosa è di per sé cronica e tende, solitamente, a peggiorare. Per cui risulta molto importante per il paziente rispettare una serie di consigli nel corso della propria vita; così è possibile controllare meglio l’evoluzione della patologia.

CONSIGLI PER I PAZIENTI ARTERIOPATICI  

1) NON FUMARE e non soffermarsi in ambienti dove altri fumano (la nicotina è assorbita anche attraverso il fumo degli altri)

2) CONTROLLARE SPESSO LA PRESSIONE ARTERIOSA e adeguarne la terapia.

3) SE DIABETICO, SEGUIRE SCRUPOLOSAMENTE LA DIETA APPROPRIATA E LA RELATIVA  TERAPIA, con controlli periodici della glicemia. 

4) MANTENERE UN REGIME ALIMENTARE EQUILIBRATO, riducendo i cibi ricchi di grassi animali (carni di maiale, salumi, burro, ecc.), i dolci, le bevande alcoliche. E’ inoltre fondamentale ridurre il sovrappeso.

5) FARE PASSEGGIATE IN PIANURA, FERMANDOSI SE COMPARE IL DOLORE alle gambe e riprendendo a camminare alla sua scomparsa. Cercare di aumentare progressivamente il tempo ed il percorso del proprio cammino: la deambulazione è un’ottima terapia per questa malattia, a volte addirittura migliore dei farmaci.

6) Se di notte compare dolore alle gambe, NON lo si deve calmare ponendo le gambe penzoloni fuori dal letto: è preferibile usare appositi farmaci analgesici. 

7) UNA DIETA RICCA DI LEGUMI, VERDURE, FRUTTA, PESCE, FORMAGGI tipo parmigiano, contribuirà a migliorare l’evoluzione dell’arteriopatia nel tempo

8) EFFETTUARE PEDILUVI TIEPIDI (con due litri di acqua ed un cucchiaio di acido borico o amuchina) e tagliarsi le unghie dei piedi con forbici a punta smussa.

9) AVERE CURA DEI PROPRI PIEDI, osservando sempre una scrupolosa IGIENE, indossando calze e scarpe comode e morbide (anche di una misura leggermente più grande della propria) ed evitando di urtare oggetti con le gambe o i piedi.

10) NON ESPORRE LE GAMBE a fonti di calore eccessivo, nè tantomeno al freddo.

11) ESEGUIRE OGNI 6-12 MESI (secondo il bisogno) gli esami del sangue di routine per controllare gli indici di rischio aterosclerotico.

12) ESEGUIRE SCRUPOLOSAMENTE LA TERAPIA PRESCRITTA PER LA MALATTIA DELLE ARTERIE (farmaci, ecc.) con controlli specialistici vascolari a ritmi regolari, così come consigliati.