ipertensioneL’ipertensione arteriosa è un importante fattore di rischio cardiovascolare, che colpisce circa 15 milioni di Italiani. Si parla di ipertensione arteriosa quando si hanno dei valori di pressione superiori a 130/85 mm di mercurio, considerando che questi possono aumentare anche con l’età e modificarsi con lo stile di vita e l’alimentazione.
Il più delle volte si tratta di ipertensione arteriosa primitiva oppure essenziale, in quanto non ha una causa chiara che determina l’aumento della pressione, ma è il risultato di una predisposizione genetica, che causa una qualche disfunzione a livello biochimico e interagisce con fattori acquisiti come l’obesità, l’uso di alcol ecc..
Quando invece si riesce ad individuare una causa precisa e talvolta correggibile si può parlare di ipertensione secondaria, per esempio in caso di stenosi all’arteria renale, malattie endocrine ecc..
Nel 90% dei casi è una patologia asintomatica fino al momento della comparsa di complicanze, come la cefalea o altri vaghi disturbi.

Se soffrite di ipertensione e non volete che si innalzino ulteriormente i valori della pressione, oltre a seguire scrupolosamente la terapia farmacologica prescritta dal medico curante, è consigliabile rispettare anche alcune semplici regole alimentari:

● Ridurre il sale in cottura al minimo, ad esempio salare pochissimo l’acqua di bollitura della pasta o di altre pietanze, è consigliabile, quando necessario, salare i cibi a cottura ultimata; infatti, durante la bollitura, il sale penetra nell’alimento; aggiungendo il sale a cottura ultimata, il sale si distribuirà solamente in superficie e ne occorrerà una minore quantità;
● Per insaporire gli alimenti, in alternativa al sale, è possibile utilizzare le spezie: basilico, origano, prezzemolo, aglio, cipolla, aceto, curcuma, zafferano, salvia…
● Usare pane senza sale es: pane umbro oppure toscano;
● Evitare formaggi stagionati;
● Evitare dadi da brodo (contengono glutammato monosodico e cloruro di sodio)
● Evitare ketchup, maionese, senape e salsa di soia;
● Evitare carne trasformata ed in particolare i salumi: prosciutto crudo, salame, speck, bresaola, pancetta, salsiccia, würstel, coppa.
● La caffeina come anche la liquirizia elevano temporaneamente i livelli pressori quindi è consigliabile ridurre il consumo di tutte le bevande che le contengono.
ipertensione_sale
Cibi da privilegiare:

● Legumi e cerali
● Pasta e riso con poco sale
● Frutta e verdure fresca e di stagione
● Pesce fresco o surgelato (meglio azzurro che contiene omega-3)
● Carne preferibilmente bianca
● Condite con olio di oliva extravergine

Nutraceutici e integratori alimentari che giovano alla pressione:

● Karkadè (fiori di ibisco)
● Aglio
● Cioccolato fondente
● Biancospino